I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy. 
Condividi su:

Testimonials » Arte e Cultura

Luca Concas per il progetto 'Verdi Web' di 'Ravenna Festival'

Luca Concas è uno tra i 18 giovani talenti selezionati da "Ravenna Festival" per il progetto "Verdi Web", che ha preso avvio nel 2012 e si concluderà nel 2013. Condivide con noi il racconto, realizzato a mezzo di parole e  immagini, della propria esperienza all'interno del magico Teatro Alighieri di Ravenna.
Sapete dove sono?
\r\n
\r\n
Mi trovo all'interno del teatro Dante Alighieri, la perla ravennate della scena teatrale internazionale. Il teatro Alighieri è posizionato nel centro di Ravenna ed è stato inaugurato il 15 maggio 1852, è stato sede di numerosi spettacoli teatrali, diventando il cuore del “Ravenna Festival” Il teatro conforta l'anima, è una sensazione unica passeggiare al suo interno, cogliere quanto vivo sia, quanta pace trasmetta.
\r\n
\r\n
\r\n
\r\n
Tutto inizia un po' per caso come spesso accade a chi è aperto alle vicissitudini della vita. Il progetto “verdi web” mi ha dato il privilegio di poter assistere a tutte le prove de La Traviata, Trovatore e Rigoletto, le tre opere teatrali di Verdi. Questo progetto mi si è presentato in un periodo molto produttivo dal punto di vista personale, ma di stallo dal punto di vista  artistico, e per questo, macchina fotografica in mano, occhio critico e cuore volto allo stravolgimento, mi sono immerso nel “Ravenna Festival”. Il primo giorno camminavo sul sentiero della novità, il teatro mi appariva immenso, come chi fa i primi passi in una metropoli. Abbiamo avuto subito l'occasione di fare qualche scatto, di metterci a nostro agio, di conoscere quelli che sarebbero stati i nostri riferimenti.
\r\n
\r\n
\r\n
I giorni successivi si inizia a fare sul serio, superato lo scoglio delle impostazioni puramente  tecniche, può finalmente prevalere il cuore, e il mio scopo è stato fin da subito cogliere  i piccoli gesti che hanno riempito l'aria per questo mese di prove.
\r\n
\r\n
\r\n
\r\n
Qui si respirano note di forza, emozione, rispetto, tensione, velocità, nobiltà, il moderno e l'antico si mescolano creando colori naturali, figure impensabili, tutto si incastra, nella macchina teatrale ogni singolo ingranaggio deve dialogare con il successivo alla perfezione. I primi passi all'interno dell'Alighieri sono alquanto sconvolgenti, ho la sensazione di svegliarmi in un altro mondo, mi sono sentito  un po' come il capitano Pierre Aronnax alla vista del mondo sottomarino in 20.000 leghe sotto i mari. Gli sguardi si incrociano, sguardi tesi, gesti che dicono intere frasi, emerge un forte senso di collaborazione, molto più di quanto potessi immaginare.
\r\n
\r\n
\r\n
\r\n
L'opera teatrale è fatta di dettagli, il “giardino” viene curato da Cristina Mazzavillani Muti, cresce le sue piante con amore, mai sdolcinato, con rigore e umiltà, la si vede in penombra, la si sente dare indicazioni, un battito di ciglia ed è sul palco a suggerire la postura migliore, quella più raffinata e perché no, la più fotografica. 
\r\n
\r\n
\r\n
\r\n
Vi invito dal 9 al 16 Novembre a teatro, per gustare l'opera finale, lasciandovi una piccola anteprima con le mie fotografie.
\r\n
\r\n
\r\n
Dal Teatro Alighieri di Ravenna, per “Living Ravenna” …Luca Concas
\r\n
\r\n
\r\n
Per visualizzare altre foto relative al progetto "Verdi Web" visitate http://www.verdiweb.it/?p=1078
\r\nB
reve biografia: Luca Concas nasce a Caltagirone, nel dicembre 1988. Passa la sua infanzia assaporando gli odori dell'entroterra siciliano, che terrà sempre con se. La natura è ciò che lo coinvolge maggiormente e lo affascina, elemento che porterà a distanza di anni nella sua fotografia. La svolta personale arrivò con il trasferimento nel territorio ravennate, qui si avvicina al mondo dell'arte e coltiva il senso per il bello, per le linee armoniose dalla composizione classica. Si diploma all'Istituto Tecnico di Ravenna e successivamente intraprende la carriera universitaria. Negli anni a Bologna scopre il mezzo fotografico come possibilità espressiva ricercata. Inizia con una telemetro a pellicola per poi approdare nel mondo della fotografia digitale. Luca Concas è un “curioso” caratteristica che lo porta a spaziare nei generi fotografici, avendo particolare attenzione verso la fotografia notturna e verso il paesaggio. 
\r\n
Alcune fotografie nel suo sito personale:www.lucaconcas.weebly.com/
\r\n
 
\r\n

Condividi su: