I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy. 
Condividi su:

Must Be Seen » Heritage

Museo Luigi Varoli, Corso Sforza 19, Cotignola (RA)

Museo Luigi Varoli, Corso Sforza 19, Cotignola (RA)

Un piccolo museo che rende omaggio alla figura di un grande artista: Luigi Varoli, e poi Casa Varoli, proprio di fronte al museo, e la Scuola Arti e Mestieri a Cotignola (RA), una vera e propria "fabbrica della cartapesta" 



La Pineta di Classe (RA) e Lord Byron

La Pineta di Classe (RA) e Lord Byron

Chi di voi non ricorda la "dolce ora del crepuscolo" di cui scrisse George Gordon Byron? Amava andare a cavallo nelle pinete di Classe e San Vitale, a Ravenna, dove soggiornò tra 1919 e il 1921. A questi luoghi si ispirò per scivere quattro dei suoi grandi capolavori drammaturgici



MCZ Museo Carlo Zauli, via della Croce 6, Faenza (RA)

MCZ Museo Carlo Zauli, via della Croce 6, Faenza (RA)

Un affascinante contenitore culturale aperto al territorio in cui si colloca, Faenza, città delle ceramiche per eccellenza. Nasce nel 2002 in memoria di Carlo Zauli, scultore e ceramista tra più apprezzati al mondo nel panorama del Novecento. Ospita una collezione permanente di opere firmate Carlo Zauli, ma anche opere di artsiti contemporanei, frutto della partecipazione al progetto "residenza d'artista", donate al museo da giovani talenti emergenti. I locali che ospitano il MCZ furono dal 1949 il laboratorio dello scultore Carlo Zauli e ancora oggi mantengono alcune sezioni così come erano in passato: i forni, la cantina delle argille, la stanza degli smalti, la sala dei torni e dei bassorilievi. Un museo non solo da visitare ma da vivere.



Cemtro Visite Saline di Cervia, via Bova 61, Cervia (RA)

Cemtro Visite Saline di Cervia, via Bova 61, Cervia (RA)

Zona umida di livello internazionale per la peculiarità dell'ambiente naturale e del paesaggio. E' parte del Parco del Delta del Po, di cui costituisce la porta Sud di ingresso. Nel corso dell'anno le saline di Cervia (RA) ospitano fino a 70 specie di uccelli, tra i quali  limicoli e fenicotteri rosa. Si possono visitare a piedi e/o in barca.



Sito Unesco: Basilica di Sant

Sito Unesco: Basilica di Sant'Apollinare in Classe (RA)

A soli 5 km dal centro città, in località Classe (RA) troviamo uno degli 8 monumenti Unesco che rendono speciale Ravenna. Pensate che in Italia si contano 48 siti Unesco, 8 dei quali in questa piccola perla dell'Adriatico.  Edificata nel VI sec,  la basilica di Sant'apollinare in Classe conserva un  magnifico mosaico absidale, raffigurante Sant' Apollinare, oggi patrono della città.



Palazzo San Giacomo, Via Carrarone, Russi (RA)

Palazzo San Giacomo, Via Carrarone, Russi (RA)

Monumento di grande fascino, nel 2011 è risultato il più votato tra i "Luoghi del Cuore" FAi a livello di regione Emilia Romagna. La Pro Loco del Comune di Russi organizza visite guidate gratuite nei mesi estivi. Per info 0544587670: prima di recarvi sul posto verificate l'apertura del sito 



Museo delle Ceramiche di Faenza, via Baccarini 19, Faenza (RA)

Museo delle Ceramiche di Faenza, via Baccarini 19, Faenza (RA)

Se amate la ceramica, moderna o antica che sia, non potete perdervi il MIC, Museo delle Ceramiche di Faenza (RA). A soli 20 km da Ravenna troverete un tempio dell'arte ceramica, che ha recentemente ottenuto il riconoscimento UNESCO per l'opera di valorizzazione svolta.



Capanno Garibaldi, Via Baiona, Porto Corsini (RA)

Capanno Garibaldi, Via Baiona, Porto Corsini (RA)

 Il Capanno Garibaldi rappresenta un pezzo di storia ravennate, è ben conservato e visitabile da marzo a ottobre, fa parte dell'elenco dei siti monumentali della provincia di Ravenna 



Villa Romana, Via Fiumazzo, Russi (RA)

Villa Romana, Via Fiumazzo, Russi (RA)

A 20 km da Ravenna si trova la Villa Romana di Russi, una delle ville rustiche meglio conservate dell'Italia Settentrionale. Gli scavi archeologici sono affiancati da un'area naturalistica di sicuro interesse, che presenta l'habitat tipico delle zone alluvionali.



Isola degli Spinaroni, Piallassa Baiona, Porto Corsini (RA)

Isola degli Spinaroni, Piallassa Baiona, Porto Corsini (RA)

Sopravvive sull'Isola degli Spinaroni un arbusto protetto: l'olivello spinoso.  Inoltre l'isola fu sede della "battaglia delle valli" nel 1944 e viene quindi ricordata quale testimonianza della Resistenza Partigiana nel ravennate. 



Ravenna: le Piallasse

Ravenna: le Piallasse

 Le Piallasse di Ravenna furono progettate nel corso dell'Ottocento, costituiscono zone umide di interesse naturalistico, facenti parte del Parco del Delta del Po.



Etnoparco Villanova delle Capanne

Etnoparco Villanova delle Capanne

 L'Etnoparco Villanova delle Capanne mostra al visitatore com'era la vita delle popolazioni locali, fatta di intrecci, incastri, trame, torsioni, filature, realizzate con le vegetazioni spontanee delle zone umide, cioè erbe e legnami che si trovavano nell'ambiente naturale a costo zero.



Ravenna: la Pineta di Classe in Dante Alighieri

Ravenna: la Pineta di Classe in Dante Alighieri

Quando Dante Alighieri giunse a Ravenna, ospite dei Da Polenta, sembra ormai accertato che non avesse ancora ultimato il Purgatorio. E' propbabile che proprio a Ravenna abbia scritto il XXVIII canto della Divina Commedia, quello in cui si parla della "divina foresta spessa e viva" 



Ravenna: la Pineta di Classe e Gabriele D

Ravenna: la Pineta di Classe e Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio soggiornò presso la Casa delle Aie, nella Pineta di Classe (RA), nel 1903. Della sua permanenza in questo luogo narrò nella raccolta di poesie "Elettra". Chi tra voi ne conosce i versi?  La Pineta di Classe è raggiungibile da Fosso Ghiaia (RA) seguendo le indicazioni per Parco I Maggio.



Ravenna: la Pineta di Classe nel Decamerone di Boccaccio

Ravenna: la Pineta di Classe nel Decamerone di Boccaccio

Giovanni Boccaccio (1313-1375) narra nel Decamerone la vicenda di Nastagio degli Onesti, giovane borghese ravennate che si innamora di una fanciulla di nobile famiglia, la figlia di Paolo Traversari. Alessandro Filipepi, detto Botticelli, riprese la vicenda di Nastagio degli Onesti in alcuni suoi celebri dipinti. 



Ravenna: la Pineta di Classe in Oscar Wilde

Ravenna: la Pineta di Classe in Oscar Wilde

Oscar Wilde visitò Ravenna nel 1877 all'età di 23 anni, entrando nella Pineta di Classe a cavallo. Tornato in patria scrisse una poesia con la quale un anno dopo vinse l'Oxford Newdigate Prize. Chi tra voi ne conosce i versi? La pineta di Classe (RA) è visitabile con ingresso da Fosso Ghiaia (RA) seguendo le indicazione per Parco I Maggio



Pineta di Classe, Fosso Ghiaia (RA)

Pineta di Classe, Fosso Ghiaia (RA)

 Dante Alighieri fece della pineta di Classe "la foresta spessa e viva" di cui si narra nella Divina Commedia.  Pineta storica per eccellenza, si stende per circa 900 ettari, di proprietà del Comune di Ravenna. Insieme alla Pineta San Vitale e a quella di Cervia è parte del Parco del Delta del Po. Vi si accede da Fosso Ghiaia (RA) seguendo le indicazioni per Parco I Maggio 



Palazzo Milzetti, Via Tonducci 15,  Faenza (RA)

Palazzo Milzetti, Via Tonducci 15, Faenza (RA)

Palazzo Milzetti rappresenta la più alta espressione dell'arte neoclassica a Faenza (RA), è sede del Museo Nazionale dell'Età Neoclassica in Romagna dal 2001. Magnifico e ben conservato l'apparato decorativo dell'intero Palazzo.



Basilica di San Giovanni Evangelista, via Carducci, Ravenna (RA)

Basilica di San Giovanni Evangelista, via Carducci, Ravenna (RA)

La più antica chiesa di Ravenna, nei pressi della stazione ferroviaria. Fu fatta costruire  dall'Imperatrice Galla Placidia come adempimento di un voto da lei fatto durante la traversata che da Costantinopoli la condusse a Ravenna nel 424, al fine di assumere il governo dell'Impero Romano di Occidente, nelle veci del figlio Valentiniano III. Conserva alle pareti mosaici di epoca medioevale di rara bellezza.



Domus dei Tappeti di Pietra, via Barbiani, Ravenna (RA)

Domus dei Tappeti di Pietra, via Barbiani, Ravenna (RA)

Sito archeologico inaugurato nel 2002 a soli 100 metri dalla celeberrima Basilica di San Vitale. Unico esempio di architettura civile a Ravenna, ospita oltre 700 mq di mosaici policromi e marmi di ottima fattura splendidamente conservati.



TAMO, Via Rondinelli 2, Ravenna (RA)

TAMO, Via Rondinelli 2, Ravenna (RA)

TAMO, Tutta l'Avventura del Mosaico, un luogo in cui innamorarsi dell'antica arte del mosaico, attraverso un viaggio didattico tra passato e presente, alla scoperta dei segreti di una delle eccellenze dell'artigianato locale



Complesso Monumentale Antichi Chiostri Francescani

Complesso Monumentale Antichi Chiostri Francescani

Zona di raffinata bellezza e di silenzio, in pieno centro storico, ricorda al mondo la permanenza di Dante Alighieri nella città di Ravenna. Della cosiddetta "zona del silenzio" fanno parte i Chiostri Francescani, la Tomba di Dante, il Quadrarco di Braccioforte, la Basilica di San Francesco.



Collezione permanente mosaico contemporaneo al MAR

Collezione permanente mosaico contemporaneo al MAR

La collezione è molto ampia, si trova collocata a piano terra della Loggetta Lombardesca, con ingresso dal MAR, via di Roma 13, Ravenna (RA) Ad ingresso gratuito, raccoglie opere di mosaicisti di fama internazionale. 



Casa delle Marionette, vicolo Padenna 4/A, Ravenna (RA)

Casa delle Marionette, vicolo Padenna 4/A, Ravenna (RA)

La Casa delle Marionette ospita la Collezione Monticelli, frutto del lavoro di una delle più antiche famiglie di teatranti dell'Italia settentrionale, attiva da quasi duecento anni nel mondo del teatro fatto di burattini e marionette. Nel 1979 i Monticelli hanno fondato la compagnia del "Teatro del Drago" che opera con successo in tutta la Romagna e nel mondo. Si tratta di un piccolo museo ma di eccezionale spessore, in pieno centro storico.



Museo Dantesco, via Dante Alighieri 4/6, Ravenna (RA)

Museo Dantesco, via Dante Alighieri 4/6, Ravenna (RA)

Un angolo di Ravenna dedicato alla presenza di Dante Alighieri in città, una vera miniera d'oro per tutti gli appassionati di studi danteschi. Il Centro Dantesco dei Frati Conventuali conserva una collezione di oltre 14 mila volumi della Divina Commedia, adiacente ad esso un museo didattico pensato per le nuove generazioni,con largo impiego di strumenti multimediali ed interattivi.



Cosiddetto Palazzo di Teodorico, Via di Roma, Ravenna (RA)

Cosiddetto Palazzo di Teodorico, Via di Roma, Ravenna (RA)

Tesimonianza del periodo in cui Ravenna era sotto il dominio del re dei Goti  Teodorico il Grande, il Palazzo conserva eccezionali reperti musivi, che nulla hanno da invidiare alle collezioni presenti presso Museo Nazionale, via Fiandrini (RA) e/o TAMO, via Rondinelli (RA)



Museo Nazionale, via San Vitale 17, Ravenna (RA)

Museo Nazionale, via San Vitale 17, Ravenna (RA)

Una visita al Museo Nazionale è un vero e proprio viaggio nel passato. Nella Sala del Refettorio troverete un importante ciclo di affreschi trecenteschi opera di Pietro da Rimini. Nei chiostri reperti lapidei. Di interesse la Sala di Porta Aurea. Ai piani superiori collezioni di bronzetti, placchette, avori, icone, armi, armature, ceramiche e altro. Da non perdere la Sala della Sinopia 



Archivio »           

Condividi su: